• Avv. Francesco Arena

Pacchetti turistici: le novità in breve del D.lgs n. 62/2018

Aggiornato il: apr 15

Il 21 maggio 2018 è stato emanato il D.lgs n. 62/2018, pubblicato sulla G.U. serie generale n. 129 del 6 giugno 2018, con cui il Governo ha dato attuazione al contenuto della Direttiva 2015/2302 adottata dal Parlamento europeo, volta a disciplinare la normativa sui pacchetti turistici e i servizi turistici collegati.

Le disposizioni del Decreto sono entrate in vigore il 1 luglio 2018 e si applicheranno ai contratti turistici conclusi a decorrere da tale data.

In particolare, il decreto legislativo in oggetto è stato emanato al fine di regolamentare un segmento di mercato, quello del turismo, che negli ultimi anni è stato investito da profondi e rilevanti cambiamenti.

L'obiettivo della nuova normativa è quello di rafforzare i diritti dei viaggiatori, aumentando le responsabilità degli operatori del settore, i quali dovranno muoversi in un mercato più equo e trasparente.

Le disposizioni della Direttiva 2015/2302 sono state, dunque, recentemente recepite anche in Italia tramite il D.Lgs n. 62 del 21 maggio 2018 che, modificando numerosi articoli del D.lgs n. 79/2011 (c.d, "Codice del Turismo"), ha ampliato notevolmente la nozione di "pacchetto turistico" e ha apportato numerose previsioni volte ad assicurare un'effettiva tutela al viaggiatore.

A tal fine, è prevista una maggiore responsabilizzazione sia del professionista che combina ed offre un pacchetto turistico, sia del venditore che vende o offre in vendita pacchetti combinati da un professionista.

Alla luce degli interventi del D.Lgs n. 62/2018 il mercato del turismo viene disciplinato da una normativa che ha come obiettivo quello di uniformare diritti ed obblighi delle parti contraenti in tutta l'Unione europea.

Tale uniformità impone agli Stati membri un livello minimo di protezione del consumatore o, mutuando una definizione cara al legislatore europeo, di "consumer protection", affidando la tutela del viaggiatore alla previsione di specifici obblighi informativi e alla predisposizione del contenuto minimo ed inderogabile del contratto turistico.

Da ultimo, vengono introdotte sanzioni amministrative, pecuniarie ed accessorie, in caso di violazione, da parte del professionista, di alcuni degli obblighi normativi previsti dal D.Lgs 21 maggio 2018 n° 62.

La competenza per l'applicazione di tali sanzioni è devoluta all’Autorità garante della concorrenza e del mercato.











Avv. Francesco Arena - iscritto all'Albo dell'Ordine degli Avvocati di Messina


Per maggiori informazioni potete contattarmi al numero di cellulare 340-8572505 o all'indirizzo di posta elettronica francescoarea@email.it

16 visualizzazioni

Email: info@merlinoconsulting.com

Skype: merlino871

Tel: +39 - 090 - 675478

Indirizzo: Via Nicola Fabrizi 121,
Messina, 98123, Italia

©2019 by Studiomerlino.